Festa del Libro di Potenza, la primavera della cultura fiorisce al Sud

Festa del Libro di Potenza, la primavera della cultura fiorisce al Sud

23 aprile, Giornata Mondiale del Libro. Come ogni anno in questo periodo le iniziative a favore della letteratura si moltiplicano.

Alle manifestazioni ormai tradizionali si affiancano nuovi progetti ed è lodevole scoprire che dietro alcuni di essi ci sono l’entusiasmo e la passione di persone mosse da vero amore per i libri. È il caso della prima edizione della Festa del Libro che si svolgerà a Potenza dal 21 al 23 aprile, un’iniziativa che dimostra quanto anche nel Sud del nostro Paese ci sia spazio per chi ha voglia di fare cultura.

festa del libro di PotenzaTra le ideatrici della Festa del Libro, oltre a Mariangela Adurno della Biblioteca Nazionale di Potenza e alla docente Maria Schiavone, c’è un nome noto ai lettori di questo blog, Giuditta Casale, compagna di recensioni della sottoscritta nella rubrica 2VociX1Libro, ma soprattutto attivissima blogger di Tempoxme che spiega l’obiettivo principale della manifestazione:

La Festa del libro ha come tema centrale la letteratura come ponte tra culture e crea un ponte con un’altra manifestazione importante della città, BLU, la Biennale del Libro Universitario, che si tiene ogni due anni in autunno a Potenza, presso l’Unibas.

La manifestazione, che vanta il sostegno di Istituzioni e Associazioni Culturali pubbliche e sponsor privati, si aprirà il 21 aprile con la conferenza Scienza e letteratura a braccetto: si può spiegare la fisica attraverso la letteratura? dello scrittore Marco Malvaldi, che incontrerà gli studenti presso Università degli Studi della Basilicata e proseguirà con una molteplicità di eventi che avranno per protagonista il mondo editoriale indipendente. Tra gli scrittori presenti ci saranno Gaetano Cappelli, Francesca Bellino, Chiara Mezzalama, Laura Toffanello e Mario Pistacchio.

Mentre in Europa si costruiscono muri, la manifestazione di Potenza vuole dimostrare come la cultura possa essere strumento di integrazione e di unione. In quest’ottica è di particolare rilievo la conferenza della scrittrice Elena Stancanelli, candidata al premio Strega con il suo ultimo romanzo La femmina nuda (La nave di Teseo), che nella mattinata del 23 aprile, presso la Biblioteca Nazionale di Potenza, parlerà dei “Piccoli Maestri”, un volontariato di scrittori e scrittici da lei ideato, che da anni vanno gratuitamente nelle scuole italiane a leggere i libri che hanno amato.

Il programma completo della manifestazione è disponibile sulla pagina Facebook della festa del Libro.

Se ti è piaciuto questo post, non perderti i prossimi. Clicca qui e iscriviti subito per ricevere tutti gli aggiornamenti

Scrivi un commento

La tua mail non sarà pubblicata. I campi con * sono obbligatori*