Pensieri a colori

Pensieri a colori

Scrivere l’ho fatto sempre. Idee, pensieri, storie, aforismi, riflessioni. Da quando uso Twitter, i concetti che prima scarabocchiavo sulle pagine dell’agenda o richiudevo in qualche file del mio Mac, ho preso a condensarli in 140 caratteri per condividerli con gli utenti del social network. Alcuni di essi sono legati ad hashtag in voga in quel momento (ovvero temi fissi contrassegnati dal simbolo #), altri sono il frutto degli eventi che la vita mette sul nostro cammino quotidianamente. Con mia sorpresa molti di quei tweet hanno ottenuto grande consenso o hanno suscitato animate discussioni. Mio marito, che è un uomo pragmatico e spesso vede ben più lontano di me, mi ha suggerito di raccoglierli in modo che non vadano persi e possano essere fonte di riflessione anche per chi mi conosce solo attraverso le pagine del blog. L’ho ascoltato ed è nato questo post.

 

Quando la salita si fa dura, risparmia il fiato e pedala. Dopo, sarai orgoglioso di aver cercato una strada e non una scusa.

La vita è un fiume. Puoi pagaiare in anse tranquille o sulle rapide. Se scegli l’acqua ferma non invidiare chi arriva al mare.

Nel #paesechevorrei si piange soltanto di gioia.

Se vivi rinchiuso nel tuo guscio e dai le spalle al mondo, non pretendere che gli altri ti sentano quando chiedi aiuto.

Una volta un’opportunità può capitare. Il più delle volte devi andartela a cercare. Soprattutto quando credi che non esista.

L’amico vero parla la metà e ascolta il doppio. Chi ti seppellisce sotto valanghe di parole è perché ama solo la sua voce.

Se passi il tempo a cercare di convincere ad amarti quelli che non ti amano, rischi di perdere quelli ti amano davvero.

La felicità è una puledra imbizzarrita, pensi di averla domata e ti disarciona. Ti allontani, rassegnato, e ti cerca di nuovo.

Piacere a tutti non si può. Facciamocene una ragione e teniamoci stretti gli amici. I nostri valori non sono mai negoziabili.

Se usi le parole come coltelli, un giorno potresti ritrovarti a sanguinare. Qualcuno potrebbe usarle meglio di te.

#Nonèche se mi ripeto cento volte “devo andare a correre” mi viene voglia. Ora mi alzo e ci vado. Dopo la motivazione ci vuole l’azione.

Il cuore scoppia, la mente grida “Non posso”. Cancella il “Non”. Perdere o vincere a volte è solo questione di tre lettere.

Se cadi non è una vergogna. È solo una lezione in più per imparare a rialzarti.

Come possiamo realizzare i nostri sogni se abbiamo paura persino di parlarne? Temere le parole è frenare l’azione.

Invece di darci le spalle, proviamo a tendere le mani. Il mondo merita una chance di diventare un posto migliore.

La vita chiama, non tappiamoci le orecchie. Anche nel frastuono c’è sempre una melodia da seguire.

#Iomisento disorientata quando vedo quelli che remano sempre “contro”. Rendere la vita difficile al prossimo non regala la felicità.

Il destino è un tiro alla fune. Ogni giorno la vita tenta di scrivere la mia storia, io strappo la pagina e la scrivo di nuovo.

Le persone più grandi che conosco sanno occuparsi con amore e umiltà anche delle cose più piccole.

Perché si trova sempre qualcuno disposto a mettere la vita in candeggina? Vivere a colori è bellissimo.

Le parole sono ponti che uniscono le isole su cui si svolge la nostra esistenza. Costruiamone tanti.

Ho conosciuto persone pigre che hanno fatto della #lentezza la loro bandiera. Poi hanno perso tutti i treni…

#Giornatadellalentezza? Al volante, a tavola, in famiglia, con gli amici o con un libro in mano. Poi però corri. La vita passa in fretta.

Oggi ci vuole più coraggio per fare un complimento che per insultare qualcuno. Se sei educato sei debole.

Se faccio un pacchetto regalo scelgo la carta più bella e il fiocco migliore. Il dono più prezioso perde valore senza l’amore di chi lo fa.

Abbandonare è la scelta più facile, ma se ti arrendi una volta avrai trovato la scusa perfetta per farlo sempre.

Tutti ammiriamo l’audacia di chi sceglie cammini impervi. Poi però ci disperiamo se piove e non abbiamo l’ombrello.

Chi osa potrebbe fallire ed essere chiamato “perdente”. Chi non osa mai ne ha la certezza. Amo l’audacia degli umili.

Qualche volta la tua scelta migliore può farti soffrire. Eppure resta la scelta migliore. Ricorda sempre perché l’hai compiuta.

 

 

7 commenti

  1. Avatar
    vincenzo Maggio 15, 2012

    la scelta migliore come dici te non fa mai soffrire se no che scelta èèèèèèèèèèèèèèèèèèèbisogna sempre beccare la scelta migliore e avanti andare mai indietro ritornare

  2. Avatar
    Amisaba Maggio 15, 2012

    Hai fatto proprio bene a raggruppare questi tweet. E’ un post ‘aperto’ immagino 🙂

    • Avatar
      Patrizia La Daga Maggio 15, 2012

      Grazie, sono contenta che tu abbia apprezzato l’idea. E sì, è un post in evoluzione. Prossimamente nuovi pensieri a colori. 🙂

  3. Avatar
    adele stancati Maggio 18, 2012

    Chi scrive cose interessanti,ha il diritto/dovere di renderle pubbliche, un pò per personale soddisfazione,ma ancorpiù per permettere agli altri di usufruine,ognuno a modo proprio. Grazie!

Scrivi un commento

La tua mail non sarà pubblicata. I campi con * sono obbligatori*