Pallavicini e Carcasi. Due nuove mini-recensioni

Pallavicini e Carcasi. Due nuove mini-recensioni

Dopo i primi tre mini-racconti scaricati sull’Iphone dal catalogo FeltrinelliZoom, ci ho preso gusto. Ecco altre due mini-recensioni per chi ha voglia di leggere e poco tempo per farlo. Storie che iniziano e finiscono velocemente, ma che mai scivolano via senza lasciare traccia.

 

London Angel  di Piersandro Pallavicini

Una famiglia italiana, un viaggio a Londra in occasione del nono compleanno della figlia, un vecchio amico da rivedere, le cose che non sono mai come vorremmo, ma ce le facciamo andare bene lo stesso, per non pensare, per non soffrire, per vivere. È questo il succo di London Angel, il nuovo racconto di Piersandro Pallavicini, già autore del bel “Romanzo per Signora” pubblicato da Feltrinelli.

Un racconto semplice e godibile con la capitale inglese sullo sfondo. La storia di due scrittori, uno bianco e uno di colore, che si rivedono dopo due anni dall’ultimo incontro; il primo è ormai affermato, il secondo, più giovane, non è riuscito a sfondare, ma esercita sull’amico un potere di cui forse non è del tutto conscio. Dall’incontro emergono i ricordi di legame a cui il protagonista non può rinunciare, perché a volte anche un’amicizia imperfetta è meglio di niente. Voto: 8

 

Perché si dice addio  di Giulia Carcasi

Poco meno di diecimila caratteri, circa nove pagine per raccontare perché la paura di essere lasciata conduce ad abbandonare ogni storia prima che possa diventare importante. Una difesa contro la paura di soffrire che non fa i conti con l’amore. Che, quando arriva, stravolge le carte. Ma non sempre vince.

Un linguaggio schietto per cuori temprati. Voto: 7

1 commento

Scrivi un commento

La tua mail non sarà pubblicata. I campi con * sono obbligatori*