Benvenuti

Benvenuti  su queste pagine navigatori in cerca di pensieri e parole.

Leultime20.it comincia dove i libri finiscono.

Leultime20 pagine di un romanzo, specialmente se è uno di quelli capaci di farci battere il cuore come adolescenti innamorati, sono quelle che non vediamo l’ora di leggere e allo stesso momento quelle che non vorremmo leggere mai. Sono il sabato del villaggio della lettura, le linee liete che ci preannunciano il piacere di giungere al punto finale oltre il quale non resta che un libro da chiudere. Eppure già mentre le stiamo leggendo pensiamo che vorremmo ricominciare da capo, non essere giunti a quel punto in cui tutto sta per concludersi. E allora rallentiamo la nostra corsa e indugiamo su ogni parola, ci crogioliamo nell’attesa affinché quella storia, quei nomi, quei volti ormai amici restino più a lungo nella memoria.

Le ultime20 pagine sono uno dei motivi per cui adoro leggere.

E voi, perché leggete? L’ho chiesto a tanta gente, sarà che fare domande è il mio mestiere, sarà che mi piace stare ad ascoltare chi ha in testa belle idee, sarà che non so stare più di un giorno senza scrivere e magari qualche cosa da dire ce l’ho anch’io ed ecco che è nato questo blog. Per raccontarci cose sui romanzi, su chi li scrive, su chi li pubblica e chi vorrebbe pubblicarli,  per sapere come vedono all’estero i nostri scrittori e dire la nostra su quelli stranieri, per imparare da chi può insegnarci e lasciare un pezzetto di noi a chi ha voglia di starci a sentire.

E’ con molta umiltà che mi affaccio su quest’oceano sconfinato che è la Rete in cui ogni giorno imparo linguaggi, tecnologie, programmi a me prima sconosciuti ma che mi affascinano come tutto ciò che è novità. Da soli si pensa, insieme si fa. Le parole sono ponti che uniscono le minuscole isole su cui si svolge la nostra esistenza. Costruiamone tanti.

Mi auguro che leultime20 piaccia anche a voi quanto piace a me. Di certo c’è che se state leggendo queste righe almeno una cosa in comune l’abbiamo: amiamo i libri.

Scriveva Salvatore Quasimodo:

Ognuno sta solo sul cuor della terra

trafitto da un raggio di sole:

ed è subito sera.

Un libro rende meno solitario il cammino e più dolce la notte. Viaggiamo insieme?

 

 

6 commenti

  1. Avatar
    heather kanost Febbraio 23, 2012

    cara mía,

    ti auguro un buon viaggio in questa nuova iniziativa. con la passione che senti e col tuo carattere solare e curioso, sono sicura che avrai un pubblico molto risponsivo (si dice così?) e fedele. I am sure.

    baci da una che ti apprezza propio per quello.

    heather

    • Avatar
      Patrizia La Daga Febbraio 23, 2012

      Grazie, sono i commenti come questi che motivano a fare sempre di più e meglio. “Risponsivo” non si dice, ma a un’australiana simpatica e in gamba come te lo possiamo anche perdonare ;-))

  2. Avatar
    belen sanjuanbenito Febbraio 23, 2012

    Bellissima iniziativa, tu continua a farci e a farti delle domande perche sono il motore della vita. Mettersi in gioco ed imparare ‘e sintomo d’intelligenza e coraggio, e ne hai da vendere di entrambi. In bocca al lupo, mucha suerte y adelante!

    • Avatar
      Patrizia La Daga Febbraio 23, 2012

      Bellissime parole che mi regalano ancora più energia. Adelante, allora! Grazie di cuore.

  3. Avatar
    galullero Febbraio 25, 2012

    La Daga, sei una forza della natura! Un abbraccio dal paese dove la media procapite di libri letti in un anno non arriva a…uno. (sigh!) Ma, fortunatamente, esistono le eccezioni.

    • Avatar
      Patrizia La Daga Febbraio 25, 2012

      Grazie, Galu! Essere letta in Messico fa un certo effetto… Potere della Rete! Forza, fai leggere tus chicos, sei l’unica laggiù che può riuscirci.

Scrivi un commento

La tua mail non sarà pubblicata. I campi con * sono obbligatori*