“La ragazza con la bicicletta rossa” di Monica Hesse

“La ragazza con la bicicletta rossa” di Monica Hesse

Nel 1943 per le strade di Amsterdam controllata dai nazisti, la bionda Hanneke, ragazzina di famiglia olandese non ebrea, sfida i posti di blocco dei soldati e consegna di nascosto ai suoi clienti la merce acquistata al mercato nero. Inizia da questa semplice idea la bella storia dell’esordiente americana Monica Hesse, giornalista del Washington Post, che con il suo La ragazza con la bicicletta rossa, pubblicato in Italia da Piemme, in pochi mesi ha conquistato migliaia di  lettori in tutto il mondo.

La ragazza con la bicicletta RossaA rendere speciale la vicenda di Hanneke, a cui la guerra ha ucciso il giovane fidanzato e rubato gli anni della spensieratezza, è il suo coinvolgimento in un gruppo di giovani della Resistenza locale, impegnati, a rischio della propria vita, a salvare famiglie ebree dalla deportazione nei campi di concentramento nazisti.

Narrato in prima persona dalla protagonista, La ragazza dalla bicicletta rossa è un romanzo che parla al cuore del lettore e qualche volta glielo rompe. La brutalità delle persecuzioni nei confronti degli ebrei, come lo spettro della morte accompagnano il lettore dall’inizio alla fine del romanzo, ma Monica Hesse riesce comunque a far primeggiare il desiderio di vita che emerge, potente, attraverso i sogni dei suoi giovani personaggi. Ragazzi coraggiosi e determinati, che non rinunciano alla speranza di un domani migliore.

Con uno stile pulito, ricco di dialoghi e privo di fronzoli, La ragazza con la bicicletta rossa è classificabile come un romanzo per adolescenti, imperniato su valori come  lealtà e amicizia, ma che piace anche agli adulti. Impossibile, leggendolo, non pensare ad Anna Frank e al suo Diario, anche se nel caso de La ragazza con la bicicletta rossa la vicenda è completamente frutto di invenzione.

Un libro da far leggere ai ragazzi nelle scuole. Perché conoscere il passato più buio può servire a illuminare il futuro.

Se ti è piaciuto questo post, non perderti i prossimi. Clicca qui e iscriviti subito per ricevere tutti gli aggiornamenti

Scrivi un commento

La tua mail non sarà pubblicata. I campi con * sono obbligatori*