“Il gatto venuto dal cielo” di Hiraide Takashi

“Il gatto venuto dal cielo” di Hiraide Takashi

Io non amo in modo particolare la letteratura giapponese e nemmeno i gatti. Non che abbia qualcosa contro gli autori del sol levante né i contro graziosi micetti, ma in entrambi i casi le affinità sono così poche che tendiamo – diciamo così – a frequentarci poco. Per questo, quando mi è stato proposto di leggere Il gatto venuto dal cielo, romanzo dello scrittore nipponico Takashi Hiraide, in libreria per Einaudi (che in copertina pubblica prima il cognome del nome dell’autore), ho accettato curiosa da un lato, ma perplessa dall’altro.

NZOL’autore giapponese, nato nel 1950 e noto in patria per i suoi libri di poesie, mi ha sorpreso perché Il gatto venuto dal cielo è una di quelle storie-non storie che soltanto una penna molto abile può affrontare senza temere la noia del lettore. La trama è presto detta: una coppia di professionisti senza figli si trasferisce in una zona tranquilla di Tokyo, dove ha affittato una villetta confinante con quella di una famiglia in cui vive Chibi

una gatta snella e molto piccola, con il pelo bianchissimo macchiato da diverse chiazze tonde color carbone virante al marrone chiaro…

La gatta, durante le sue escursioni quotidiane per il vicinato, finirà molto spesso per visitare la dimora dei due protagonisti, che fino a quel momento non avevano mostrato interesse nei confronti degli animali, ma che giorno dopo giorno restano irrimediabilmente affascinati da Chibi, fino a rammaricarsi di non esserne i padroni.

Venne l’inverno. Chibi stava entrando piano piano nella nostra vita come un rivolo d’acqua che penetri inosservato dalla finestra lasciata socchiusa, e si spanda scivolando su un’impercettibile pendenza, imbevendola.

Con toni delicati ed essenziali che ricordano la bellezza dei giardini giapponesi, Takashi Hiraide racconta come un animale possa portare gioia nella vita degli esseri umani e la sua assenza creare dolorosi vuoti che inducono a compiere azioni bizzarre.

Il gatto venuto dal cielo è un libro semplice e profondo allo stesso tempo, una narrazione sobria ma poetica che farà felici i tantissimi amanti dei gatti e lascerà un sorriso di tenerezza sulle labbra di chi, come me, non possiede animali ma comprende la bellezza del vincolo affettivo che sanno stabilire con gli esseri umani.

  • Titolo: Il gatto venuto dal cielo
  • Autore: Takashi Hiraide
  • Editore: Einaudi
  • Traduzione: Laura Testaverde
  • Uscita: 21 aprile 2015
  • Pagine: 140
  • Prezzo: 18€
  • Voto: 71/2

Se ti è piaciuto questo post, non perderti i prossimi. Clicca qui e iscriviti subito per ricevere tutti gli aggiornamenti

Scrivi un commento

La tua mail non sarà pubblicata. I campi con * sono obbligatori*