Gocce di filosofia del vivere quotidiano

Gocce di filosofia del vivere quotidiano

Dopo Pensieri a colori e Un arcobaleno di aforismi mi trovo ancora una volta a pubblicare le idee espresse nei tweet degli ultimi mesi. Minuscole “gocce” di filosofia senza pretese di verità, aforismi semplici, nati dal vivere quotidiano. Concetti su cui riflettere o solo sorridere. Perché andiamo tutti di fretta e a volte è più semplice meditare su una “pillola” che leggersi un intero trattato. Se ve ne piacesse qualcuno sentitevi liberi di usarlo, però, per favore, citate la fonte. Buona lettura.

Toccare il cielo con un dito. Dovrebbe essere un diritto universale.
Lavoriamoci.

Gli altri esistono. Sarebbe utile che ce ne ricordassimo. E non solo quando abbiamo bisogno di loro.

A furia di puntare il dito c’è chi non riesce più a piegarlo. Essere sempre in guerra con il mondo fa male alla salute.

 Se non ti viene niente da scrivere, leggi. È un grande favore che puoi fare a te stesso e a gli altri.

 

Per alcune persone un “attimo” può durare ore. Il tempo è di tutti: perderlo è una scelta, farlo perdere una colpa.

 Leggere un libro fino a notte fonda è come correre una maratona. Sei sfinito, ma non puoi mollare. E il premio sono i tuoi sogni più belli.

“Raccontami di te” è la cosa più saggia che puoi chiedere a un amico. Poi taci e ascoltalo parlare. Un giorno potresti essere tu al suo posto.

 Tutti commettono errori. Aspirare alla perfezione è virtuoso. Sapere che non esiste è saggio. E fa vivere meglio.

Ogni giorno vedo anime spente che si prodigano per annullare la nostra energia. Inutilmente. Non c’è pioggia che possa spegnere il sole.

 Un’emozione non è mai di troppo.

Invecchia chi non sa stupirsi. L’animo bambino sa che la vita è meraviglia.

Perseverare non è sinonimo di insistere fino a farsi male. Talvolta gli ostacoli si devono aggirare, non travolgere

Le bugie mi ricordano le palle di neve. Si ingigantiscono mentre rotolano di bocca in bocca.

 Qualunque cosa tu debba fare, dopo è sempre troppo tardi.

Le sfide  ci fanno crescere. Anche quando non riusciamo a vincere.

 Se con la mente scali le montagne, le gambe la seguiranno.

I libri sono come i fari: ti salvano nella tempesta e quando perdi la rotta ti conducono in porto.

Tutti rivendicano i propri diritti. Nessuno mai i propri doveri.

Negoziare con se stessi è molto più difficile che farlo con gli altri.

Giusto ed estremo difficilmente coincidono.

L’etica è quel valore in cui tutti credono quando le cose vanno bene. Se cambia il vento, diventa un optional.

 Sogno un mondo che non ha bisogno di eroi.

Mi fido solo dei fatti. Le parole sono coriandoli, un soffio di vento le spazza via.

 La mamma è bellissima, la verdura fa schifo. I bambini non conoscono sfumature. È con gli anni che la vita ci confonde le idee.

Dare per scontato. Un errore frequente che limita il pensiero e l’azione. La vita, invece, sorprende sempre. Nel bene e nel male.

Recitare la parte, indossare una maschera. Se proprio si deve, almeno che abbia il sorriso. Di musi lunghi in giro ce ne sono fin troppi.

Ogni vita è un libro che qualcuno legge chissà dove. In attesa dell’ultima pagina rendiamo indimenticabile la storia.

Un libro può farti sognare, ma solo tu puoi fare di quel sogno la tua realtà.

C’è chi dice che celebrare le ricorrenze è sciocco perché ogni giorno è buono per far festa. Così finisce per non festeggiare mai…

Se con la mente scali le montagne, le gambe la seguiranno

 

 

 

2 commenti

  1. Avatar
    antonietta giugno 28, 2016

    SONO AMANTE DELLA FILO-SOFIA TROVO SAGGI QUESTI VERSI. LI CONDIVIDO CON PIACERE PERCHè LI SENTO VERI E UNPO MIEI-
    GRAZIE
    ANTONIETTA

    • Avatar
      Patrizia La Daga giugno 28, 2016

      Grazie, è un piacere sapere di essere in sintonia. Ti chiedo solo il favore di citare la fonte in caso di condivisione. Un caro saluto.

Scrivi un commento

La tua mail non sarà pubblicata. I campi con * sono obbligatori*