“Bambole gemelle” di Marina Di Guardo. Perversioni in noir.

“Bambole gemelle” di Marina Di Guardo. Perversioni in noir.

Un thriller all’americana che porta una firma tutta italiana.

Bambole gemelle di Marina Di Guardo, pubblicato nella collana Filtri da Feltrinelli Zoom è una di quelle letture brevi e intense, perfette per un viaggio o per un pomeriggio noioso in cui si cercano brividi ed evasione.

Cover-Bambole gemelleLa trama, ha tutti gli elementi per incuriosire gli amanti del genere. La protagonista è Melissa Stone, una bella ragazza che tona nel paese natio, sulle sponde del lago Tahoe in California, dove da bambina ha vissuto la tragica scomparsa della gemella Cheryl, svanita nel nulla durante un pomeriggio di giochi nella foresta.

Nella casa dei genitori, ormai defunti, Melissa rivive i tragici ricordi del passato, ma prova anche la piacevole sensazione di poter avere un nuovo futuro grazie all’incontro con un amico d’infanzia, suo vicino di casa, diventato un uomo galante e molto attraente. I sogni di Melissa e l’apparente serenità del villaggio, come in ogni thriller degno di questo nome, verranno presto stravolti da eventi imprevisti e terribili a cui la donna dovrà far fronte a rischio della vita.

Marina Di Guardo ha scritto una storia che si fa leggere con avidità, nonostante sin dalle prime pagine sia facile intuire quali saranno i personaggi chiave del racconto.

Un libro godibile e facilmente sceneggiabile, che rivela perversioni inimmaginabili, ma decisamente realistiche.

  • Titolo: Bambole gemelle
  • Autore: Marina Di Guardo
  • Editore: Feltrinelli Zoom
  • Pagine: 98
  • Uscita: 19 marzo 2015
  • Prezzo: 1,99€
  • Voto: 61/2

Se ti è piaciuto questo post, non perderti i prossimi. Clicca qui e iscriviti subito per ricevere tutti gli aggiornamenti

Scrivi un commento

La tua mail non sarà pubblicata. I campi con * sono obbligatori*