Otto marzo, non chiamiamola festa.

Otto marzo, non chiamiamola festa.

Festa della donna? No grazie! Fino a quando nel mondo anche una sola donna sarà vessata non ci sarà nulla da celebrare. Si festeggiano le vittorie non gli armistizi tra una battaglia e l’altra. Ogni otto marzo squillano le trombe del neo femminismo per poi venire riposte il giorno successivo insieme alle mimose appassite. Festeggeremo quando ogni donna sarà in grado di vivere la vita che avrà immaginato per sé. Il libro Facciamoci Avanti di Sheryl Sandberg traccia la rotta per la conciliazione tra famiglia e carriera

Leggi tutto
Ha cent’anni ma non li dimostra

Ha cent’anni ma non li dimostra

«La trama di tutti i libri che vale la pena

Leggi tutto