Dov’è l’amore?

Dov’è l’amore?

Sarà che me ne sono andata dall’Italia proprio l’anno in cui l’enfant prodige della nostra letteratura esordiva, appena ventiduenne, con “Una vita sottile”; sarà che mentre io partorivo il mio primo figlio lei sfornava il suo secondo romanzo e sarà anche che in Spagna non ascolto Radio 2, ma sta di fatto che di Chiara Gamberale, romana classe 1977 (beata lei) io non sapevo quasi nulla. E nulla volevo sapere, forse anche per via di quel cognome da figlia di papà che scatenava in me pregiudizi e un pizzico di (colpevolissima) invidia.

L’eco del suo successo, tuttavia, ha continuato a rimbalzare fino alle mie orecchie e poi davanti agli occhi, nei titoli dei giornali, sui blog dei colleghi e nei 140 caratteri di Twitter. Così, mi sono decisa e ho acquistato “L’amore quando c’era”, un titolo accattivante, un libretto sottile, una copertina arancione che si fa notare.

La prima pagina l’ho letta due volte. Faticavo a capire di cosa si stesse parlando. Le seguenti mi hanno confuso ancora di più: un susseguirsi di email tra una tale Amanda e un tale Tommaso, piene di riferimenti a fatti e a persone che non sapevo identificare e mi disorientavano.

Cominciavo ad arrabbiarmi quando mi si è accesa una lampadina e d’improvviso tutto è apparso chiaro. E a quel punto non ho potuto più fermarmi. Perché la Gamberale è brava, divertente, originale. Una che scrive “Se non riesci a uscire dal tunnel, arredalo” ti fa sorridere e ti fa pensare. Parla d’amore con leggerezza ma senza banalità. Il suo romanzo (o racconto lungo o raccolta di email commentate) si legge in un attimo ma ci si pensa a lungo. E alla fine ti fa dire: l’amore è meglio quando c’è.

Titolo: L’amore quando c’era
Autore: Chiara Gamberale
Editore: Mondadori
Pagine: 92
Prezzo: 10 €
Voto: 71/2

1 commento

  1. Avatar
    Tempoxme marzo 05, 2012

    Le nostre strade si incrociano, cara Patrizia. Sul sito libri.tempoxme.it abbiamo letto e commentato questo racconto della Gamberale uscito come Inedito del Corriere della Sera, durante l’estate, e ne è sorto un vivace dibattito a margine delle recensioni proposte da due lettrici del nostro Circolo sul senso di “amore vero”. Se ti fa piacere, siamo lì nella Sezione Inediti in Narrativa Italiana del sito.

Scrivi un commento

La tua mail non sarà pubblicata. I campi con * sono obbligatori*